Preventivo

Cattolica
La regina dell'Adriatico

Cattolica città di tradizione Marinara e  città turistica Internazionale !

 

Nel XV secolo il borgo si consolida come luogo di sosta per chi viaggia fra Rimini e Pesaro, offrendo taverne e locande per ospitare i viaggiatori, oltre che stazioni per il cambio dei cavalli, e maniscalchi.

 

Gli anni Cinquanta, in una trasformazione simile a quella dei principali centri della Riviera Romagnola, vedono il più forte incremento demografico mai rilevato (la popolazione raddoppia in vent'anni) e un vasto processo edificatorio, con la realizzazione di un gran numero di alberghi e pensioni, assieme a bar, ristoranti e sale da ballo. Parallelamente anche l'attività marinara si estende e si evolve. 

 

Nel 1924 le imbarcazioni risultano 224 con 700 addetti e nel 1934 il porto canale, insufficiente, viene affiancato da una nuova darsena. Nascono aziende per l'inscatolamento delle sardine e si estende anche la pesca delle vongole. Nel 1930 viene istituita la Casa del Pescatore. Anche la cantieristica di piccola e media entità, già presente dai secoli precedenti, nel XX secolo si amplia modernizzandosi. Dalla costruzione di trabaccoli (dei quali Cattolica era nota nell'Ottocento), barchetti, lance e lancioni, si passa alla realizzazione di motopescherecci moderni e scafi per la nautica da diporto, fino a yacht di notevoli dimensioni.

 

 

I principali luoghi di interesso sono :

 

Museo della Regina : Oggi come museoriunisce le principali raccolte di reperti del territorio: i ritrovamenti dell’era antica provenienti da due principali zone di scavo (Piazza del Mercato e Casa Filippini), modelli di imbarcazioni tradizionali, attrezzi della marineria e della cantieristica a cui si aggiungono immagini che documentano l’evoluzione della zona portuale e dei suoi impianti.

 

Chiesa Sant'Apollinare : Citata per la prima volta nel 1313, a partire dal Cinquecento venne concessa in successione a diversi ordini monastici (Benedettini, Serviti, Carmelitani) fino alla fine del XVIII secolo. Subì importanti restauri nel 1578 e nel 1782 ad opera dell’architetto riminese Gaetano Cupioli e nel 1795 fu eretto il campanile, recentemente restaurato. La chiesa conserva una tela con Gesù Crocifisso, insigne esempio del barocco nella Valconca

 

Palazzo Mancini :Inaugurato nel 1914 come municipio, funzione che tuttora svolge, è un imponente edificio in stile neo-rinascimentale su progetto Marcovigi con modifiche di Pasquale Pienza

 

Mercato Coperto : La decisione di costruire uno spazio coperto per ospitare il mercato risale all'inizio degli anni Venti e la struttura venne inaugurata nel 1925. L'edificio fu collocato lungo il principale asse viario che dal centro della città (palazzo Mancini) conduce al mare. Molto curato architettonicamente, mostra uno stile in armonia con le tendenze in voga agli inizi del Novecento.

 

Piazza Primo Maggio :L’ampia piazza prospiciente al mare è, dalla fine dell’Ottocento, il centro della zona turistica. Vi si affacciava l'edificio detto del Grande Albergo (l’autarchia linguistica proibiva di denominarlo Grand Hotel)

 

Centro culturale polivalente : Edificato tra il 1979 e il 1983 in piazza della Repubblica, fu progettato dal noto architetto e urbanista Pier Luigi Cervellati come struttura polifunzionale per la cultura. L'interno è un grande “laboratorio” semicircolare retto da capriate in metallo, cemento armato, con impianti a vista. Si affaccia su piazza della Repubblica, un amplissimo spazio circolare, oggi grande arena (Arena della Regina) per gli spettacoli estivi e concerti.

Ricci Family Hotels, Cattolica
Vicinissimi al mare, in posizione centrale

HOTEL ANTARES Vai al sito
HOTEL CONFORT Vai al sito